Importanza di LIFE CIRCforBIO all’interno del contesto politico dell’UE e greco

Circforbio > Importanza di LIFE CIRCforBIO all’interno del contesto politico dell’UE e greco

Normative relative alla Gestione dei Rifiuti e alle Fonti Energetiche Rinnovabili

Normativa Titolo Contributo del progetto
DIRETTIVA (EU) 2018/851 DIRETTIVA (EU) 2018/851 DEL PARLAMENTO E DEL CONSIGLIO EUROPEO DEL of 30 MAGGIO 2018 che modifica la Direttiva 2008/98/EC sui rifiuti
  • Migliorare l’efficienza nell’utilizzo delle risorse e garantire che i rifiuti siano valutati come una risorsa attraverso la conversione dei rifiuti organici in prodotti a valore aggiunto
  • Migliorare l’efficienza nell’uso delle risorse attraverso la creazione di una piattaforma interattiva per lo sfruttamento massimo e sostenibile della biomassa disponibile a livello nazionale
  • Raccolta differenziata obbligatoria dei rifiuti organici entro la fine del 2023
DIRECTIVE (EU) 2018/850 DIRETTIVA (EU) 2018/851 DEL PARLAMENTO E DEL CONSIGLIO EUROPEO DEL of 30 MAGGIO 2018 che modifica la Direttiva 1999/31/EC sul conferimento dei rifiuti in discarica
  • Riduzione della quota dei rifiuti urbani conferiti in discarica al 10% rispetto ai livelli del 1995 entro il 2035 attraverso la deviazione dalla discarica verso la produzione di prodotti a valore aggiunto (bioetanolo, biogas, biofertilizzanti, olio esausto)
  • Divieto di conferimento in discarica di rifiuti differenziati idonei al riciclaggio e al recupero, compresi i rifiuti biodegradabili
DIRECTIVE (EU) 2018/2001 DIRETTIVA (EU) 2018/2001 DEL PARLAMENTO E DEL CONSIGLIO EUROPEO DEL 11 DICEMBRE 2018 sulla promozione dell’utilizzo di energia da fonti rinnovabili
  • obiettivo minimo del 3,5% dei biocarburanti avanzati destinati al consumo energetico nel settore dei trasporti, da raggiungere entro il 2030 attraverso la produzione di bioetanolo di seconda generazione
Normativa Titolo Contributo del progetto
Normativa Europea sul Clima REGOLAMENTO (UE) 2021/1119 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 30 giugno 2021 che istituisce il quadro per il conseguimento della neutralità climatica e che modifica il regolamento (CE) n. 401/2009 e il regolamento (UE) 2018/1999 («Normativa europea sul clima»)
  • Obiettivo di riduzione delle emissioni nette di gas serra del 55% entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990, attraverso la valorizzazione dei rifiuti organici urbani dalle discariche e la loro conversione in prodotti a valore aggiunto (bioetanolo, biogas, biofertilizzanti, olio esausto)
Patto Europeo per il clima COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI
  • Coinvolgimento dei cittadini e di tutte le parti della società nella lotta al cambiamento climatico attraverso una serie di eventi e laboratori sui cambiamenti climatici, concetti di economia circolare e bioetanolo di seconda generazione
Piano di azione per una nuova economia circolare COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI Un nuovo Piano d’azione per l’economia circolare Per un’Europa più pulita e competitiva
  • Attuazione dell’intervento “Meno rifiuti, più valore” promuovendo la raccolta differenziata dei rifiuti organici urbani e la loro conversione in prodotti a valore aggiunto (bioetanolo, biogas, biofertilizzante, olio usato)
  • Implementazione dell’intervento “Meno rifiuti, più valore” attraverso la realizzazione di una piattaforma interattiva per il massimo sfruttamento della biomassa disponibile a livello nazionale per la produzione dei suddetti biocarburanti e prodotti a valore aggiunto. La piattaforma servirà tra l’altro per mappare le bio-feedstock disponibili nel Paese e definire la filiera ottimale in termini di sostenibilità (biomassa proveniente da fonti sostenibili, ottimizzazione dell’approvvigionamento in termini di quantità e prossimità, rese potenziali di etanolo), facilitando così praticamente la realizzazione del concetto di economia circolare

LIFE CIRCforBIO relevance to Greek National Policy Framework

Normativa Titolo Contributo del progetto
N. 4819/2021 Quadro integrato per la gestione dei rifiuti – Recepimento delle Direttive 2018/851 e 2018/852 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 30 maggio 2018 che modifica la Direttiva 2008/98/CE sui rifiuti
  • Migliorare l’efficienza nell’uso delle risorse e garantire che i rifiuti siano valutati come una risorsa attraverso la conversione dei rifiuti organici in prodotti a valore aggiunto
  • Migliorare l’efficienza nell’uso delle risorse attraverso la creazione di una piattaforma interattiva per lo sfruttamento massimo e sostenibile della biomassa disponibile a livello nazionale
  • Raccolta differenziata obbligatoria dei rifiuti organici entro la fine del 2023
Υ.Α. ΥΠΕΝ/ΔΔΑ/90439/1846/2021 Misure e condizioni per il conferimento in discarica di rifiuti in linea con le disposizioni della direttiva 99/31/ΕC «sulla discarica di rifiuti», come modificata dal DIRETTIVA (UE) 2018/850 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 30 maggio 2018
  • Riduzione dei rifiuti urbani conferiti in discarica al 10% rispetto ai livelli del 1995 entro il 2035, attraverso la loro valorizzazione verso la produzione di prodotti a valore aggiunto (bioetanolo, biogas, biofertilizzanti, olio esausto)
  • Divieto di conferimento in discarica di rifiuti differenziati idonei al riciclaggio e al recupero, compresi i rifiuti biodegradabili
Approvazione del Piano nazionale sulla gestione dei rifiuti per il periodo 2020-2030 Approvazione del Piano nazionale sulla gestione dei rifiuti per il periodo 2020-2030
  • Riduzione dei rifiuti urbani conferiti in discarica al 10% dei livelli del 1995 entro il 2030 (5 anni in anticipo rispetto al rispettivo obiettivo secondo la Direttiva (ΕU) 2018/850)
  • Raccolta differenziata dei rifiuti organici a livello nazionale entro la fine del 2022 (1 anno in anticipo rispetto al rispettivo target secondo la Direttiva (UE) 2018/851
Recepimento della Direttiva 2018/2001/CE nella legislazione nazionale (previsto entro il 2022)
Normativa Nazionale sul clima (prevista entro il 2022)
Economia circolare – Nuovo piano d’azione della Grecia Economia circolare – Nuovo piano d’azione della Grecia
  • Attuazione degli obiettivi A.1 e A.6, dell’intervento “Meno rifiuti, più valore” aventi, rispettivamente, i titoli “Attuazione della normativa relativa all’economia circolare” e “Evoluzione di criteri per la «decaratterizzazione dei rifiuti» per la loro conversione allo status di sottoprodotti, sostanze o oggetti che derivano dal processo produttivo”
  • Attuazione dell’obiettivo P.7, dell’intervento “Produzione sostenibile e politica industriale”, avente come titolo “Determinazione delle specifiche e dei requisiti relativi ai materiali secondari e ai prodotti sostenibili”, nonché attuazione dell’obiettivo Ο.10 intitolato ” Istituzione di un Piano d’Azione speciale per la bioeconomia”.